Concorso Benefici Universitari

bando-bors-universitarie-2014_2015.gif
call-center-borse-universitarie2014.gif
 
Faq - risposte alle domande più frequenti
Domande Generali
1- Domanda
Mio figlio è residente in Liguria, ma frequenta una scuola fuori Regione; è comunque possibile fare domanda per il contributo di merito e per le borse di studio?
Risposta:
2- Domanda
Mio figlio frequenta una scuola in Liguria, ma è residente altrove: sarà possibile richiedere la borsa di studio?
Risposta:
No
3- Domanda
Mio figlio non è residente in Liguria ma lo era nell'anno scolastico per cui viene chiesta la borsa di studio: è possibile fare domanda?
Risposta:
Si: lo studente deve essere residente in Liguria nell'anno scolastico di riferimento, come espressamente indicato sulle "modalità operative" delle borse di studio.
4- Domanda
Mio figlio frequenta un istituto privato: posso presentare domanda per accedere ai contributi?
Risposta:
Si, solo se la scuola è paritaria.
La verifica di tale requisito va fatta direttamente all' Istituto.
5- Domanda
A chi è possibile rivolgersi per il calcolo dell' Isee?
Risposta:
Per il rilascio dell'attestazione provvisoria Isee bisogna riveolgersi ad un Centro di Assistenza Autorizzata Fiscale (CAAF) o da sedi INPS presenti sul territorio nazionale o da alcuni commercialisti abilitati a rilasciare l'attestazione Isee.
6- Domanda
L'attestazione Isee da allegare a quale anno reddituale deve riferirsi?
Risposta:
Ogni anno bisogna presentare una nuova attestazione Isee relativa ai redditi dell'anno precedente. Le attestazioni Isee pertanto devono riferirsi ai redditi dell'anno 2013.
7- Domanda
Cosa si intende per nucelo familiare?
Risposta:
Il nucelo familiare convenzionale, da dichiarare al CAAF, è definito dalla normativa vigente relativa all' Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE).
8- Domanda
Quali sono gli abbattimenti che vengono effettuati dall' Arssu o dai Comuni sul reddito dell'attestazione Isee?
Risposta:
Gli abbattimenti sono visulizzabili nelle modalità operative-sezione reddito.
9- Domanda
Quali sono gli importi massimi delle borse di studio?
Risposta:
Gli importi massimi sono: 600,00 € per la Scuola Primaria, 800,00 € per la Scuola Secondaria di I Grado e 1.100,00 € per la Scuola Secondaria di II Grado.
10- Domanda
Come vengono determinati gli importi delle borse?
Risposta:
Gli importi delle borse sono determinati secondo le percentuali stabilite nelle modalità operative-sezione entità della borsa di studio.
11- Domanda
Quando si ha diritto all'abbattimento della soglia reddituale previsto dal bando regionale per persone disabili a carico nel nucleo familiare?
Risposta:
Quando si é in possesso della certificazione rilasciata dalla competente Commissione medica della ASL, che entri nelle previsioni della legge 104/1992.
12- Domanda
Per i figli di coloro che hanno riportato inidoneità assoluta al lavoro e di vittime di incidenti mortali sul lavoro, sono previste agevolazioni?
Risposta:
Si, hanno priorità assoluta nelle graduatorie e l'elevazione dell'importo della borsa di studio pari al 70 % della spesa sostenuta. I soggetti devono allegare alla domanda un documento attestante lo status di figli di coloro che hanno riportato inidoneità assoluta al lavoro e di vittime di incidenti mortali sul lavoro.
13- Domanda
Chi redige le graduatorie ed effettua la liquidazione delle borse di studio?
Risposta:
L'Arssu per le borse di studio relative alla Lett.a, i Comuni di residenza dell'alunno per quanto riguarda le borse di studio relative alla Lett.b e alla Lett.c.

Domande relative al Contributo per borse di studio – Art 12
1- Domanda
Cosa si intende per “Attività integrative inserite nel piano dell’offerta formativa”?
Risposta:
Si intendono tutte quelle attività che ogni singola istituzione scolastica ha inserito nel proprio Piano dell' Offerta Formativa (Pof), pertanto le famiglie devono chiedere alle Scuole quali sono queste attività. Nell'ambito della propria autonomia i Comuni possono decidere quali siano le spese concernenti le attività integrative inserite nel Piano dell'offerta formativa le quali, peraltro, devono essere compatibili con la tipologia dell'indirizzo della scuola e con lo sviluppo e l'arricchimento dell'offerta formativa.
2- Domanda
Il "contributo volontario" e le spese di assicurazione versate agli istituti statali possono essere inserite nella domanda di borsa di studio art.12 lett.b) alla voce "contributi di laboratorio"?
Risposta:
No.
3- Domanda
Non ho conservato le ricevute che attestano le spese sostenute per la mensa e i trasporti: è comunque possibile presentare domanda di borsa?
Risposta:
No, perché il soggetto non ha alcuna documentazione a sostegno delle dichiarazione presentate. 
4- Domanda
Le ricevute di pagamento vanno allegate alle domande che si presentano?
Risposta:
No, non vanno allegate ma le si devono conservare per eventuali accertamenti per i successivi 5 anni dal ricevimento della borsa. 
5- Domanda
Nelle spese per i contributi di laboratorio rientrano i quaderni e in generale la cancelleria?
Risposta:
No.
6- Domanda
Posso richiedere il contrbuto per l'acquisto di un pc?
Risposta:
No, perchè non rientra nelle sfere delle spese rimborsabili previste dalla L.R.15/2006.
7- Domanda
Una famiglia che ha già una riduzione dei costi del servizio mensa può richiedere la borsa di studio?
Risposta:
Si, per la spesa effettivamente sostenuta.
 
Powered by Liberty Line srl © 2012 A.R.S.S.U. - All rights reserved - P.Iva 01199420108